Passa ai contenuti principali

Tumore al seno, incontro per la prevenzione e diagnosi precoce a Parma

03/12/2009 -
Tumore al seno, incontro per la prevenzione e la diagnosi precoce
Si tiene domani, venerdì 4 dicembre, alle 18 presso l'Auditorium di Banca Monte Parma (via Bruno Longhi, 9) l'incontro con Gemma Martino, oncologa e direttore scientifico del Centro Metis riguardo "Prevenzione e diagnosi precoce del tumore del seno: filosofia e stili di vita".L'incontro è stato organizzato da A.N.D.O.S. Parma onlus (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno) in collaborazione con LILT (Lega Italiana Lotta Tumori) e Noi Consumatori Parma, con il patrocinio del Comune di Parma, Banca Monte, Provincia di Parma, Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Parma e Regione Emilia Romagna.Partecipano Luigi Giuseppe Villani per la Regione Emilia Romagna, il delegato del Comune di Parma per le politiche della Salute Fabrizio Pallini, e l'assessore provinciale alle Politiche sociali Marcella Saccani.
Cos'è A.N.D.O.S. Parma Onlus:La sezione autonoma di ANDOS Parma Onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) è nata nell'estate 2007 e si inserisce in una delle più importanti realtà nazionali che si battono per assicurare il massimo in termini di eccellenza delle cure e qualità della vita alle donne ammalate di tumore del seno.ANDOS annovera trai suoi consulenti / volontari giovani medici e specialisti di grande esperienza, alcuni dei quali hanno avuto la possibilità di perfezionarsi all'estero anche grazie ai finanziamenti dati da questa associazione.L'associazione è costituita, oltre che da familiari e amici, quotidianamente a contatto con le donne ammalate, anche da volontarie che hanno vissuto in prima persona l'esperienza della malattia e dell'intervento chirurgico: presenze preziose per l'aiuto nei confronti delle donne ammalate, di cui conoscono i bisogni e le sofferenze e dalle quali sono riconosciute come interlocutore privilegiato.
Cosa fa ANDOS Parma Onlus:ANDOS offre visite per la prevenzione, complete di esame ecografico, controlli periodici e consulenze chirurgiche, oncologiche, fisioterapiche e psicologiche.Tutto questo in un ambito di adeguata formazione professionale degli operatori anche per quanto riguarda la comunicazione e la relazione umana con le pazienti ed i loro familiari.La donna ammalata o già guarita deve infatti essere adeguatamente sostenuta sul piano psicologico e riabilitativo nelle varie fasi della malattia: presso le sedi dell'associazione operano gratuitamente psicologhe, fisioterapiste e volontarie per incontri e ginnastica postoperatoria. A.N.D.O.S. infine organizza incontri divulgativi per la popolazione con esperti che sottolineino l'importanza di sottoporsi periodicamente a visite, ecografie e mammografie: per diffondere la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce che rimane lo strumento più efficace per sconfiggere la malattia.
Per informazioni: A.N.D.O.S. Parma Onlus Via Emilia Ovest, 18 tel. 3468917460e-mail: mailto:andos.parma@gmail.com%20Orario: Lunedì e Mercoledì ore 16-18

Per informazioni sulla prevenzione del tumore al seno http://www.senologia.eu/

Post popolari in questo blog

Alimentazione e trattamento con Tamoxifene

Il tamoxifene (Nolvadex) è una terapia ormonale efficace nella prevenzione e nel trattamento del carcinoma mammario positivo ai recettori per gli estrogeni (ER +). Da numerosi studi scientifici è stato valutato che le donne che assumono i trattamenti antiestrogeni prescritti presentano tassi di recidiva e sopravvivenza migliori rispetto alle donne che non assumono la terapia ormonale. Ci sono alcuni alimenti che sembrano migliorare l'efficacia del trattamento 

con tamoxifene e altri che lo riducono.
Il tamoxifene è associato ad un rischio più elevato di carcinoma dell'endometrio per le donne che non hanno avuto un'isterectomia e un rischio maggiore di sviluppare problemi di coagulazione , tra gli altri effetti collaterali. Tuttavia, ci sono alcuni alimenti che possono proteggere dal cancro dell'endometrio senza interferire con l'efficacia del tamoxifene. Alcuni antidepressivi selettivi dell'inibitore del reuptake della serotonina (SSRI) come Paxil (paroxetina) …

Cosa fare in caso di rottura di protesi mammarie dopo mastectomia

ROTTURA PROTESI MAMMARIE DOPO MASTOPLASTICA ADDITIVA

Le pazienti sottoposte a mastoplastica additiva con protesi mammarie al silicone in gel coesivo debbono sapere che le protesi mammarie hanno una durata limitata nel tempo e in caso di rottura o di contrattura capsulare potrebbe essere necessario rimuoverle e sostituirle.

Vari fattori possono concorrere alla rottura protesica, quali ad esempio difetti di produzione (rarissimi), importanti traumi al seno, infezioni,contrattura capsulare e comunque sono soggette a deterioramento con il passare degli anni.

Attualmente l'incidenza di rottura degli impianti protesici è comunemente stimata intorno al 4-6 %

Anche la contrattura capsulare può verificarsi con il passare degli anni e può essere bilaterale o monolaterale. Il tessuto cicatriziale che avvolge la protesi (capsula) può infiammarsi e ispessirsi , strangolarla  e deformarla, con conseguente dolore e  talvolta dislocazione.

SE LA TUA PROTESI MAMMARIA SI ROMPE

Tutte le protesi mamma…

La terapia ormonale ( ormonoterapia) nel tumore della mammella

 Molte pazienti chiedono alcune informazioni sulla terapia ormonale; inserisco quindi alcune informazioni generali su questo argomento
Che cosa è la terapia ormonale detta anche ormonoterapia ? L’ormonoterapia, o terapia ormonale, consiste nella somministrazione di farmaci in grado di interferire con l’attività degli estrogeni, ormoni ritenuti coinvolti nell’insorgenze e nello sviluppo di almeno due terzi dei tumori mammari. Per tale motivo si ritiene che la loro riduzione possa essere un trattamento efficace. I meccanismi di azione fondamentali dell’ormonoterapia sono sostanzialmente tre:
1. impedire alla cellula tumorale di essere influenzata dagli ormoni prodotti dall’organismo attraverso la somministrazione di un antiestrogeno (Tamoxifen);
2. inibire la produzione di estrogeni, bloccando l’azione di un enzima, aromatasi, che trasforma gli androgeni in estrogeni (inibitori dell’aromatasi);
3. inibire la produzione degli estrogeni prodotti dalle ovaie utilizzando gli analoghi dell’LHRH (ablazi…