Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2016

UE approva nuovo farmaco per il carcinoma mammario metastatico

  UE  approva nuovo farmaco per il carcinoma mammario metastatico ; Il nuovo trattamento blocca alcune molecole coinvolte nella rescita di cellule tumorali


 Arriva i Europa una nuova terapia contro alcune forme avanzate di tumore al seno: Si chiama palbociclib ed è un farmaco appartenente a una nuovissima classe di terapie, gli inibitori di CDK 4-6. Agiscono bloccando alcune molecole, dette chinasi ciclina-dipendenti (CDK) 4 e 6, coinvolte nella crescita delle cellule tumorali. Il nuovo medicinale di Pfizer è stato da poco approvato dalla Commissione Europea ed è destinato a combattere alcune forme di carcinioma mammrio metastaticoo localmente avanzato Hr+/Her2 (positivo al recettore ormonale e negativo al recettore di tipo 2 del fattore di crescita epidermico umano).

Il tumore metastatico. Le donne con carcinoma al seno metastatico Hr+/Her2- rappresentano circa il 60% di tutti i casi di cancro al seno metastatico. In presenza di metastasi, è importante riuscire a evitare…

L'autopalpazione nella prevenzione del tumore al seno

Nella Prevenzione del tumore al seno la diagnosi precoce  è uno strumento fondamentale per riconoscere in tempo e curare quel male devastante che colpisce anche le donne di giovane età e in questo quadro, l’autopalpazione del seno s’inserisce come preziosa modalità che ognuna può mettere in pratica per fronteggiare l’insorgere di un’eventuale malattia. 
È un esame efficace ed economico che consente di individuare anche la più piccola anomalia in fase precoce e che, insieme ai test di screening come la mammografia (consigliata dopo i 40 anni), l’ecografia al seno e le regolari visite senologiche dai 20 anni in poi, diventa un’arma potente letteralmente a portata di mano delle donne.
Non bisogna avere né fretta né timori quando si decide di effettuare un’autopalpazione, da eseguire con calma e senza distrazioni di sorta e soprattutto con la costanza mensile, dato che è proprio la frequenza a consentire di intervenire in tempo contro questo insidioso nemico della salute femminile. L…

Ereditarietà dei tumori al seno ed alle ovaie

Ereditarietà dei tumori al seno ed alle ovaie Sindromi neoplastiche ereditarie I tumori sono malattie tipicamente multifattoriali, alla cui insorgenza, cioè, concorrono molte concause, sia di tipo ambientale che genetico. Nella maggior parte dei casi (le cosiddette forme sporadiche, oltre 80% dei casi) l’insorgenza di un tumore in un singolo individuo appare casuale o eventualmente associata all’esposizione a specifici fattori di rischio (per esempio, il fumo di sigaretta o le radiazioni) o a particolari stili di vita (per esempio, le abitudini alimentari, o la sedentarietà). In alcuni casi, tuttavia, una o più tipologie di tumore possono colpire più individui della stessa famiglia (forme familiari). Lo studio approfondito di queste circostanze ha condotto alla identificazione di alterazioni genetiche che possono essere trasmesse di generazione in generazione (cioè ereditate) e che sono fortemente legate alla trasformazione di una cellula normale in una tu…

La terapia ormonale nel tumore della mammella

 Molte pazienti chiedono alcune informazioni sulla terapia ormonale; inserisco quindi alcune informazioni generali su questo argomento Che cosa è la terapia ormonale? L’ormonoterapia, o terapia ormonale, consiste nella somministrazione di farmaci in grado di interferire con l’attività degli estrogeni, ormoni ritenuti coinvolti nell’insorgenze e nello sviluppo di almeno due terzi dei tumori mammari. Per tale motivo si ritiene che la loro riduzione possa essere un trattamento efficace. I meccanismi di azione fondamentali dell’ormonoterapia sono sostanzialmente tre:
1. impedire alla cellula tumorale di essere influenzata dagli ormoni prodotti dall’organismo attraverso la somministrazione di un antiestrogeno (Tamoxifen);
2. inibire la produzione di estrogeni, bloccando l’azione di un enzima, aromatasi, che trasforma gli androgeni in estrogeni (inibitori dell’aromatasi);
3. inibire la produzione degli estrogeni prodotti dalle ovaie utilizzando gli analoghi dell’LHRH (ablazione ovarica).
In quali ca si è …