Passa ai contenuti principali

Giornata Europea della Salute del Seno: prevenzione e cura del tumore in Puglia con le Breast Unit GVM

Ogni anno in Puglia si registrano circa 3000 casi di carcinoma mammario. Nel 2018 si stima una crescita del 5%, questa neoplasia rappresenta circa un terzo di tutti i tumori del sesso femminile. GVM Care & Research – sponsor della giornata Europea della Salute del Seno celebrata oggi da Europa Donna Italia e da Regione Puglia- ha istituito due Breast Unit: Ospedale Santa Maria a Bari e Città di Lecce Hospital a Lecce, due strutture accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale, con l'obiettivo di dare  maggiore assistenza in
"Siamo a fianco delle donne pugliesi e siamo attenti alla loro salute – dichiara Eleonora Sansavini, amministratore delegato di Ospedale Santa Maria e Città di Lecce Hospital - abbiamo infatti creato due Breast Unit inserite nella rete oncologica regionale. I dati dello screening mammografico in Puglia risultano ancora bassi, per questo mettiamo a disposizione le nostre equipe multidisciplinari, in collaborazione con le strutture pubbliche, con l'obiettivo comune di migliorare il programma di prevenzione organizzato dalla Regione Puglia".
Le Breast Unit sono strutture operative multidisciplinari e multiprofessionali, prevedono la presenza di più figure mediche nell'assistenza alla donna colpita dal tumore: oncologo, senologo, chirurgo senologico, chirurgo plastico, radioterapista, anatomo patologo, medico nucleare, nutrizionista, fisioterapista, psiconcologo, oltre a volontari dedicati. Un team composto da più specialisti dedicati alla Senologia, che si occupano delle pazienti con problematiche senologiche, dalla prevenzione al trattamento ed al follow-up, oltre a informazione e sostegno psicologico.
I Centri Senologici di Bari e Lecce oltre al team dedicato hanno a disposizione tecnologie diagnostiche avanzate e le pazienti possono avvalersi di procedure chirurgiche innovative. Le procedure seguono le linee guida nazionali ed internazionali, e l'attività è fornita di un sistema codificato di raccolta dati, che consente la periodica valutazione (Audit di Breast Unit) della qualità della cura.
Nelle Breast Unit GVM la Radiodiagnostica senologica impiega mammografi tridimensionali 3D in grado capaci grazie all'alta definizione delle immagini di evidenziare lesioni di pochi millimetri, studiando la mammella strato per strato. Tra gli esami fondamentali è presente un nuovo sistema di biopsia mammaria VABB (Vacuum Assisted Breast Biopsy), in grado di individuare lesioni microscopiche precancerose o calcificazioni di dimensioni molto ridotte della mammella, invisibili.
In caso di pazienti ad "alto rischio" per tumori eredo-familiari - che richiedono una gestione assistenziale diversificata rispetto a quella dei tumori sporadici - è assicurato un counseling genetico, atto a verificare la presenza in alcune famiglie di una predisposizione ereditaria al cancro, che spesso non vengono prese in carico con adeguati piani terapeutici. termini di prevenzione diagnosi e cura.

Per maggiori informazioni sul tumore al seno   www.senologia.eu

Post popolari in questo blog

Alimentazione e trattamento con Tamoxifene

Il tamoxifene (Nolvadex) è una terapia ormonale efficace nella prevenzione e nel trattamento del carcinoma mammario positivo ai recettori per gli estrogeni (ER +). Da numerosi studi scientifici è stato valutato che le donne che assumono i trattamenti antiestrogeni prescritti presentano tassi di recidiva e sopravvivenza migliori rispetto alle donne che non assumono la terapia ormonale. Ci sono alcuni alimenti che sembrano migliorare l'efficacia del trattamento 

con tamoxifene e altri che lo riducono.
Il tamoxifene è associato ad un rischio più elevato di carcinoma dell'endometrio per le donne che non hanno avuto un'isterectomia e un rischio maggiore di sviluppare problemi di coagulazione , tra gli altri effetti collaterali. Tuttavia, ci sono alcuni alimenti che possono proteggere dal cancro dell'endometrio senza interferire con l'efficacia del tamoxifene. Alcuni antidepressivi selettivi dell'inibitore del reuptake della serotonina (SSRI) come Paxil (paroxetina) …

Cosa fare in caso di rottura di protesi mammarie dopo mastectomia

ROTTURA PROTESI MAMMARIE DOPO MASTOPLASTICA ADDITIVA

Le pazienti sottoposte a mastoplastica additiva con protesi mammarie al silicone in gel coesivo debbono sapere che le protesi mammarie hanno una durata limitata nel tempo e in caso di rottura o di contrattura capsulare potrebbe essere necessario rimuoverle e sostituirle.

Vari fattori possono concorrere alla rottura protesica, quali ad esempio difetti di produzione (rarissimi), importanti traumi al seno, infezioni,contrattura capsulare e comunque sono soggette a deterioramento con il passare degli anni.

Attualmente l'incidenza di rottura degli impianti protesici è comunemente stimata intorno al 4-6 %

Anche la contrattura capsulare può verificarsi con il passare degli anni e può essere bilaterale o monolaterale. Il tessuto cicatriziale che avvolge la protesi (capsula) può infiammarsi e ispessirsi , strangolarla  e deformarla, con conseguente dolore e  talvolta dislocazione.

SE LA TUA PROTESI MAMMARIA SI ROMPE

Tutte le protesi mamma…

La terapia ormonale ( ormonoterapia) nel tumore della mammella

 Molte pazienti chiedono alcune informazioni sulla terapia ormonale; inserisco quindi alcune informazioni generali su questo argomento
Che cosa è la terapia ormonale detta anche ormonoterapia ? L’ormonoterapia, o terapia ormonale, consiste nella somministrazione di farmaci in grado di interferire con l’attività degli estrogeni, ormoni ritenuti coinvolti nell’insorgenze e nello sviluppo di almeno due terzi dei tumori mammari. Per tale motivo si ritiene che la loro riduzione possa essere un trattamento efficace. I meccanismi di azione fondamentali dell’ormonoterapia sono sostanzialmente tre:
1. impedire alla cellula tumorale di essere influenzata dagli ormoni prodotti dall’organismo attraverso la somministrazione di un antiestrogeno (Tamoxifen);
2. inibire la produzione di estrogeni, bloccando l’azione di un enzima, aromatasi, che trasforma gli androgeni in estrogeni (inibitori dell’aromatasi);
3. inibire la produzione degli estrogeni prodotti dalle ovaie utilizzando gli analoghi dell’LHRH (ablazi…