Passa ai contenuti principali

Tè Verde e prevenzione del tumore al seno


Tè Verde e  prevenzione del tumore al seno

Il Tè verde è  una pianta coltivata in oltre 30 Paesi. Nei paesi asiatici è sinonimo di salute e lunga vita. Rappresenta forse l’alimento chiave tra l’ncidenza del tumore tra i popoli asiatici e occidentali e a parere di molti studiosi deve essere presente in un regime alimentare per la prevenzione del tumore. E’ entrato nelle abitudini alimentari durantela dinastia Tang (618-907) , diventando una bevanda quotidiana sia per il gusto che per le proprietà benefiche. 

Il Giappone al giorno d’oggi è il maggior produttore del migliore tè verde.
Sia iltè verde che il tè nero vengono prodotti dalle foglie della camelia sinesiinsis , ma le caratteristiche si differenziano durane il processo di essiccamento delle foglie. Nonostante l’origine comune la composizionme chimica dei due tipi di tè è diversa. Durante la fermentazione del tè nero  a varia la conservazione dei polifenoli che invece sono più ricche le fogliè del tè verde.

Il tè verde infatti è  ricco di polifenoli detti “catechine” : Fra queste l’epigallocatechina-3-gallato o EGCG è una delle molecole più potenti nel contrastare la formazione di cellule tumorali: si è visto che può essere in grado  di bloccare il processo di di “angiogenesi” che è alla base del processo infiammatorio , terreno fertile per lo sviluppo e la crescita di cellule tumorali.
Uno studio eseguito dal Cancer Chemoteraphy Center a Tokio ha dimostrato che l’EGCG inibiscono le “ telomerasi”, enzimi che rendono le cellule tumorali inattaccabili .

Inoltre il tè verde inibisce la crescita del tumore legandosi ad una proteina presente sulla superficie esterna delle cellule chiamata “laminina”: queste proteine sono state riscontrate soprattutto sulle cellule che hanno capacità metastatica: proprio il tè verde quindi avrebbe anche la capacità di rallentare la proliferazione delle cellule cancerose.

Studi condotti negli anni recenti in Giappone hanno dimostrato che l’assunzione di 3 tazze di tè verde al giorno diminuiscono del 57%la possibilità di recidive su donne colpite dal tumore al seno.
Il tè verde inoltre ha azione ipoglicemizzante in quanto riduce l’assorbimento degli zuccheri e anche azione lipolitica in quanto favorisce l’eliminazione dei grassi dagli adipociti , cellule in grado di produrre estrogeni che hanno un ruolo chiave nello sviluppo del tumore al seno.
Si ricorda una cosa molto importante, che per estrarre la maggior quantità di catechine è indispensabile che il tè rimanga in infusione almeno 8-10 minuti.

Jankun T. e al.: “Why drinking green tea could prevent cancer”  Nature (1997) ,387(6633) p. 561
Demende M. e al. “ Dietary prevention of cancer: Anticancer and angiogenesis properties of green tea polyphenol” : Medicinal Chemistry rewies-online 2005-2 pp.49-58
Inone M. et al. “ Regular consumption of green tea and risk of breast cancer recurrence: follow-up study from the Hospitali-based epidemiologyc research program at Aichi Cancer Center, Japan”  in Cancer Letters 2001) 167 (2) pp.175 -182
Zhang M. e coll. “ Grenn tea and prevention of breast cancer: a case –control stydy in Southeast China” – Carcinogenesis, 2007; 28, 1074-78

A cura del prof. Massimo Vergine 

per approfondimenti sul tumore al seno  www.senologia.eu

Post popolari in questo blog

La terapia ormonale ( ormonoterapia) nel tumore della mammella

 Molte pazienti chiedono alcune informazioni sulla terapia ormonale; inserisco quindi alcune informazioni generali su questo argomento
Che cosa è la terapia ormonale detta anche ormonoterapia ? L’ormonoterapia, o terapia ormonale, consiste nella somministrazione di farmaci in grado di interferire con l’attività degli estrogeni, ormoni ritenuti coinvolti nell’insorgenze e nello sviluppo di almeno due terzi dei tumori mammari. Per tale motivo si ritiene che la loro riduzione possa essere un trattamento efficace. I meccanismi di azione fondamentali dell’ormonoterapia sono sostanzialmente tre:
1. impedire alla cellula tumorale di essere influenzata dagli ormoni prodotti dall’organismo attraverso la somministrazione di un antiestrogeno (Tamoxifen);
2. inibire la produzione di estrogeni, bloccando l’azione di un enzima, aromatasi, che trasforma gli androgeni in estrogeni (inibitori dell’aromatasi);
3. inibire la produzione degli estrogeni prodotti dalle ovaie utilizzando gli analoghi dell’LHRH (ablazi…

Carcinomi invasivi-infiltranti della mammella

Il fibroadenoma - notizie utili sulla più frequente patologia benigna della mammella

Il Fibroadenoma


Il fibroadenoma e' il piu' frequente tumore benigno , con una massima incidenza nelle donne giovani tra i 20 e 50 anni.
I fibroadenomi hanno la tendenza ad aumentare di volume durante la gravidanza e a regredire dopo la menopausa.Generalmente si presentano con un nodulo unico ma in circa il 15% dei casi si possono essere multipli.
Il fibroadenoma e' considerato un processo iperplastico che coinvolge una unita terminale dutto –lobulare ed il tessuto connettivo circostante.Dalle ultime ricerche sembra che la cellula originaria del fibroadenoma sia il fibroblasto.
Influenza ormonale e fibroadenoma:Essendo i fibroadenomi costituiti dalle stesse cellule del tessuto mammario normale, essi mostrano uguale risposta della ghiandola mammaria agli stimoli ormonali ed in particolare tendono ad aumentare durante la gravidanza e all’allattamento e a diminuire in menopausa.L’utilizzo di pillola anticoncezionale non sembra influenzare l’incidenza del fibroadenoma , ne provocar…