Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta prevenzione tumore al seno

Importanza della prevenzione del tumore al seno

Aveda e The Estée Lauder Companies per la Campagna Nastro Rosa. Incontro con Francesca Del Rosso che racconta il suo romanzo autobiografico "Wondy"

MODAONLINE - La Campagna Breast Cancer Awareness (BCA) del Gruppo The Estée Lauder Companies e creata nel 1992 da Evelyn H. Lauder con il lancio dell’iniziativa Nastro Rosa, ha come obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella. Grazie a questa campagna il pubblico femminile è informato anche sulle abitudini di vita correttamente sane da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare. Prefiggendosi quale missione la sconfitta del tumore al seno, è attualmente attiva in più di 70 Paesi. In occasione dell’edizione 2014, Aveda organizza giovedì 27 novembre presso il salone Anna Josè un incontro con Francesca Del Rosso per sensibilizzare il pubblico sulla prevenzione, con l’obiettivo di offrire alle partecipanti uno …

L'autopalpazione nella prevenzione del tumore al seno

Tumore al seno: come eseguire l'autopalpazione

Nella Prevenzione del tumore al seno la diagnosi precoce  è uno strumento fondamentale per riconoscere in tempo e curare quel male devastante che colpisce anche le donne di giovane età e in questo quadro, l’autopalpazione s’inserisce come preziosa modalità che ognuna può mettere in pratica per fronteggiare l’insorgere di un’eventuale malattia. 
È un esame efficace ed economico che consente di individuare anche la più piccola anomalia in fase precoce e che, insieme ai test di screening come la mammografia (consigliata dopo i 40 anni), l’ecografia al seno e le regolari visite senologiche dai 20 anni in poi, diventa un’arma potente letteralmente a portata di mano delle donne.
Non bisogna avere né fretta né timori quando si decide di effettuare un’autopalpazione, da eseguire con calma e senza distrazioni di sorta e soprattutto con la costanza mensile, dato che è proprio la frequenza a consentire di intervenire in tempo contro questo…

La Visita senologica nella prevenzione del tumore ala mammella

La visita senologica è un importante esame al quale sottoporsi  nella prevenzione del tumore alla mammella. Vediamo in cosa consiste e quando è bene farla

La visita senologica fa parte di quegli esami utili per la diagnosi precoce del tumore alla mammella, insieme con la mammografia e, prima ancora, con l'autoesame del seno, ovvero l'autopalpazione da praticarsi una volta al mese.

Infatti l'arma migliore che una donna possiede contro il carcinoma della mammella è la prevenzione, da attuarsi attraverso uno stile di vita "virtuoso" e salutare e un regolare check up delle condizioni di salute del proprio seno.
La mammografia è un esame di screening che in genere viene consigliato alle donne over 40, e che per la fascia di età compresa tra i 50 e i 69 anni è gratuito. Si effettua ogni due anni salvo, naturalmente, esito positivo, nel qual caso dovrà essere seguita da esami più approfonditi. La visita senologica, invece, consiste in un esame clinico completo e d…

Croce Rossa per la Prevenzione del tumore al seno

La croce rossa per la prevenzione tumore al seno al Seno a Maiori Alts e a Tramonti
La croce rossa per la prevenzione a Maiori e a Tramonti per il Seno La prevenzione è l'insieme di azioni finalizzate ad impedire o ridurre il rischio, ossia la probabilità che si verifichino eventi non desiderati. In Costiera amalfitana in supporto a questa attività di riduzione di rischi di tumore al seno i Volontari della CRI – Comitato costa d’ Amalfi effettuano un campagna di attenzione. Primo appuntamento Sabato 23 Novembre sul Lungomare di Maiori: in collaborazione con l associazione di volontariato locale,saranno presenti l' ALTS e l'Associazione Parteras, con il contributo e il patrocinio del Comune di Maiori.L’appuntamento si condurrà in due steps , uno di mattina dalle 10,00 alle 13,30 e un secondo alle 15,30 fino alle 18,30. Non solo informazione, ma prevenzione:infatti il camper dell “Alts” sarà a disposizione di quanti vorranno effettuare visite nello specifico. Sempre nell’am…

Campagna nastro Rosa-Margherita Buy testimonial nella prevenzione del tumore al seno

MILANO - E' Margherita Buy la testimonial italiana dell’edizione 2013 della «Campagna Nastro Rosa», dedicata alla prevenzione del tumore al seno giunta alla XXI edizione nel Mondo.

Tornano, ad ottobre, in prima linea nella lotta a questa patologia neoplastica, che registra un’incidenza sempre maggiore, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) ed Estée Lauder Companies, società leader nei prodotti di bellezza di prestigio.

La Campagna Nastro Rosa, ideata negli Stati Uniti da Evelyn Lauder e promossa in oltre 70 Nazioni, vuole sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, informando il pubblico femminile anche sugli stili di vita correttamente sani da adottare e sui controlli diagnostici da effettuare.

Durante il mese di ottobre i 397 Punti Prevenzione o ambulatori LILT, la maggior parte dei quali all’interno delle 106 Sezioni Provinciali della Lega Italiana per la Lotta con…

L'autopalpazione nella prevenzione del tumore al seno

Una donna su nove si ammala di tumore al seno nel corso della vita. Ma, grazie alla prevenzione, è possibile avere una diagnosi precoce e affrontare con serenità  la malattia Tra le forme di prevenzione, quella più semplice è l’autopalpazione che le donne dovrebbero fare almeno una volta al mese.  Le donne fertili dopo il ciclo mestruale, e quelle in menopausa lo stesso giorno di ogni mese. E’ una forma di autocontrollo, molto semplice e veloce: non dura più di venti minuti. Ecco le regole più importanti per l’autoesame al seno: Mettete dietro la nuca il braccio dallo stesso lato del seno che volete esplorare e usate la mano opposta per la palpazione;Cercate eventuali anomalie: noduli o addensamenti o zone più dure nella mammella. Se le trovate, parlatene con il vostro medico.Mettetevi in piedi, con il seno scoperto, per qualche minuto davanti allo specchio. Così potete controllare che non ci siano irregolarità o alterazioni del profilo e della superficie delle mammelle;Alzate il braccio…

L’Oréal Paris: Campagna Nastro Oro prevenzione tumore seno

L’Oréal Paris riconferma anche quest’anno l’impegno e la partecipazione all’ iniziativa, la “Campagna Nastro Oro. Il tumore al seno non si può prevenire. Si deve.” 
Per la prevenzione del tumore al seno. Dal 22 aprile al 9 maggio nei punti vendita Ipercoop e dal 13 maggio al 30 maggio nei punti vendita Supercoop, per ogni suo prodotto acquistato, L’Oréal Paris devolverà 50 centesimi alla Fondazione Umberto Veronesi, che finanzierà borse di studio per medici senologi. Non ci stancheremo mai di ripetere che quando si parla di tumore la prevenzione è fondamentale; ecco perchè iniziative come questa sono molto importanti e lodevoli. Il simbolo scelto per indicare il sostegno diL’Oréal Paris alla “Campagna Nastro Oro. Il tumore al seno non si può prevenire. Si deve.” è un piccolo nastro ripiegato color oro da indossare sui vestiti o legato intorno ad oggetti per comunicare l’impegno e la responsabilità della persona a questa importante campagna.
Per maggiori informazioni sulla prevenzione de…

Oncogenetica: novità sul fronte della prevenzione del tumore al seno e all'ovaio

MILANO – Misurare il rischio di cancro del seno o dell’ovaio scritto nel Dna, offrendo alle donne a rischio strategie personalizzate di prevenzione, diagnosi e terapia. E’ l’oncogenetica la nuova frontiera della lotta di tumori, come hanno spiegato gli esperti riuniti ieri sera a Milano, nella Sala Gonfalone della Regione Lombardia, per la conferenza ‘I tumori eredo-familiari della mammella e dell’ovaio’.
 Durante l’incontro sono stati annunciati i lavori preliminari per la stesura di Linee guida regionali, messe a punto dal Servizio di epidemiologia della Asl 1 di Milano in collaborazione con la Divisione di prevenzione e genetica oncologica dell’Istituto europeo di oncologia e Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della Donna.”Con questo nuovo progetto finanziato dalla Regione Lombardia e ora in dirittura d’arrivo – spiega Bernardo Bonanni, direttore della Divisione di prevenzione e genetica oncologica dello Ieo – abbiamo redatto delle Linee guida sui tumori ereditari di seno …

Tumore al seno: diabete e obesità aumentano il rischio nelle over 60

Per le over 60, diabete e obesità sono un binomio decisamente “perdente”, soprattutto perché aumenta il rischio di essere colpite dal tumore al seno. Se sono già numerose le sperimentazioniche hanno stabilito una connessione tra l’obesità e il cancro al seno, questo nuovo studio aggiunge un altro fattore di rischio oncologico importante, il diabete. Un nuovo importante tassello per la lotta al cancro al seno e, soprattutto, per la prevenzione di questa forma tumorale che colpisce migliaia di donne ogni anno. Il rapporto con il sovrappeso era già noto, ma “il legame con il diabete non era ancora emerso chiaramente”, ha osservato l’autore della ricerca, Hakan Olsson, professore di oncologia dell’Università di Lund, in Svezia. La sperimentazione sarà presentata nei prossimi giorni in occasione dell’appuntamento internazionale con la ricerca sul tumore al seno, il San Antonio Breast Cancer Symposium, in Texas. Per delineare questo nuovo profilo dei soggetti maggiormente esposti al rischi…

Nuova metodica per la prevenzione del tumore al seno

Il 21 novembre 2011 nella Sala conferenze stampa di Montecitorio, saranno presentati i risultati della nuova e rivoluzionaria diagnosi precoce mammari

Solo in Italia sono diagnosticati circa 37 mila casi – 152 ogni 100 mila donne – ed è la prima causa di mortalità tra il sesso femminile. Fra tutti i decessi per causa oncologica, il 17% delle donne muore per un tumore al seno.
Con questi numeri, consultabili sul sito AIRC (http://www.airc.it/tumori/tumore-al-seno.asp), si capisce quanto importante sia la prevenzione e la diagnosi precoce per questo tipo di cancro.Attualmente, dato i costi elevati della risonanza magnetica, la mammografia è il metodo più efficace per una diagnosi precoce. Ma una rivoluzione è in atto. Il prossimo 21 novembre 2011, nella Sala conferenze stampa di Montecitorio, presso la Camera dei Deputati, gli specialisti del DOBI (Dynamic Optical Breast Imaging) presenteranno i risultati - tre anni di evidenze cliniche sulla base di cinquemila esami diagnostici in venti …

Commercianti di Napoli in campo a favore della prevenzione del tumore al seno

I commercianti napoletani scendono in campo per la prevenzione del tumore al seno. Confcommercio affiancherà Komen Race nei prossimi mesi promuovendo la Race for the cure, in programma il 7, 8 e 9 ottobre, che prevede la realizzazione di stand e la creazione di una task force per avvicinare la popolazione alla prevenzione del tumore al seno come spiega Pietro Russo, presidente di Confcommercio. Una iniziativa che ha già dato i suoi frutti: basti pensare che nella passata edizione nell'ambulatorio all'aperto "Villaggio della Salute" è stato fatto lo screening di oltre cinquecento donne, e sono stati individuati cinque tumori. Per maggiori informazioni sul tumore al seno www.senologia.eu

Ottobre: mese della prevenzione del tumore della mammella

Ottobre, mese di prevenzione tumore al seno




Care amiche voglio acennare un argomento che dovrebbe interessare ogni donna:

Ottobre è il mese della prevenzione del tumore alla mammella.

In Italia, 41mila donne all’anno si ammalano di tumore al seno. Fortunatamente, 8 donne su 10 riescono a sconfiggere questa tipologia di cancro grazie alla prevenzione e alla diagnosi precoce, dunque bisogna tenere ben presente che le visite di controllo sono essenziali a partire dai 25 anni di età. La Lega Italiana per la Lotta ai Tumori ha messo in atto una campagna di sensibilizzazione e prevenzione, che giunge alla XVII edizione e si chiama Nastro Rosa. Per tutto il mese di Ottobre negli 350 ambulatori LILT (la maggior parte dei quali all’interno delle 103 Sezioni Provinciali della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), si potranno effettuare visite gratuite.
Per conoscere giorni e orari di apertura dell’ambulatorio LILT più vicino, in cui effettuare anche esami di diagnosi precoce e controlli, si …

Tumore al seno : è importante la prevenzione

Tumore al seno: l'importanza della prevenzione


Quella al seno è la forma di tumore che più colpisce le donne, secondo i dati diffusi dall'Airc, l'Associazione italiana per la ricerca sul cancro. Ogni anno in Italia ci sono circa 37mila nuove diagnosi: più o meno 152 donne ogni centomila si ammalano di questa forma di tumore, cioè circa una su dieci. Il tumore al seno è la prima causa di mortalità femminile tra i decessi causati da tumori, raggiungendo un tasso di mortalità del 17 per cento. Sempre secondo l'Airc l'età è uno dei principali fattori di rischio, perché l'80 per cento dei casi riguarda donne sopra i 50 anni.
Poi c'è la familiarità: nel 10 per cento delle donne che si ammalano ci sono stati anche altri casi in famiglia. Ma contano anche le alterazioni genetiche (riscontrate in un 50 per cento di casi) o l'influenza dello stile di vita, con fattori come l'obesità o il fumo.

Ma dal tumore alla mammella si guarisce sempre più, e la diagnosi p…

Tumore al seno : al via la sperimentazione del vaccino

Notizie incoraggianti arrivano dai ricercatori della Cleveland Clinic, in Ohio, USA: pare infatti che i risultati finora ottenuti sulla cavie da laboratorio del vaccino per il tumore al seno, abbiano dato ottimi risultati.
Il cancro al seno è la neoplasia più diffusa tra le donne, e questo vaccino potrebbe essere in grado di immunizzarle; la sperimentazione sulle cavie, ha evidenziato una notevole diminuzione di sviluppo di tale neoplasia, tanto da consentire la sperimentazione anche sull’essere umano, a partire dal prossimo anno.

Le candidate ideali per testare il vaccino, come quelle che devono assolutamente sottoporsi ad esami di prevenzione, sono donne con più di quarant’anni, con familiarità al cancro; troppo presto per sapere gli effetti collaterali del vaccino purtroppo, ma dai test eseguiti sinora, è stato evidenziato un problema con le donne in gravidanza, in quanto il vaccino potrebbe incidere negativamente sulla produzione di latte materno.

HALLMARK INSIEME A MARIA GRAZIA CUCINOTTA E ROSANNA BANFI PER “RACE FOR THE CURE”

HALLMARK INSIEME A MARIA GRAZIA CUCINOTTA E ROSANNA BANFI PER “RACE FOR THE CURE”



Hallmark (Sky – Canale 127), la TV vicina al cuore delle donne, rinnova il suo impegno nel sociale e scende in campo per Race for the Cure, la mini maratona di raccolta fondi per esprimere solidarietà a tutte le donne che si confrontano con il tumore al seno e per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione. Madrine d’eccezione saranno Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi. L’iniziativa è organizzata dalla Susan G. Komen Italia, una Onlus che dal 2000 opera nella lotta ai tumori al seno.


L’evento, organizzato tra maggio e ottobre, si struttura in 4 diverse tappe. La prima sarà a Roma, dove la maratona è giunta alla XI edizione, domenica 16 maggio a partire dalle 10:00 allo Stadio delle Terme di Caracalla.

Gli altri appuntamenti saranno:


- domenica 23 maggio: Bari - Piazza Prefettura;

- domenica 26 settembre: Bologna - Giardini Margherita;

- domenica 10 ottobre: Napoli - Piazza del Ple…

Video: Sony VAIO W rosa contro il tumore al seno

Nonostante l'abbondanza dei prodotti mobile proposti nel mese di settembre, Sony non dimentica i suoi impegni sociali e rinnova anche quest'anno nel mese di ottobre la sua iniziativa per combattere il tumore al seno. E' sempre un piacere vedere grandi aziende e produttori a supporto della ricerca e della prevenzione del tumore al seno, con progetti ed iniziative per il pubblico consumer.

Se quindi siete in procinto di acquistare un netbook e ricercate qualcosa di originale e geek, questo è il momento giusto per comprare. Sony ha annunciato (via Netbooked) il suo nuovo VAIO W pink (color rosa) Special Edition, che potete osservare nel video qui sopra a confronto con il Lifestyle PC, VAIO P.

La confezione comprende un mouse e custodia rosa in neoprene per il netbook. Il VAIO W pink possiede uno schermo da 10.1 pollici, processore Intel Atom N270, 1GB di memoria RAM e hard disk da 160GB. Sony, per quest'iniziativa, devolverà 110.000 dollari alla ricerca sul cancro al seno…

Prevenzione tumore al seno : mammografia

La mammografia è un esame diagnostico radiologico che, utilizzando raggi X, consente uno studio molto accurato delle mammelle.Quest'indagine viene raccomandata sia nei casi in cui si sospetti un cancro al seno, sia come esame preventivo per una diagnosi precoce dello stesso.Infatti, secondo il National Cancer Institute americano (uno dei più prestigiosi enti per lo studio e la cura dei tumori), tutte le donne dopo i 40 anni di età dovrebbero sottoporsi periodicamente a un controllo mammografico: ogni due anni fino a 50 anni, e annualmente dai 50 anni in poi, in quanto il rischio di un cancro al seno supera di gran lunga i potenziali danni derivanti dalla dose di radiazioni cui ci si espone.La corretta informazione ed educazione alla diagnosi precoce si è tradotta in un aumento delle probabilità di sopravvivenza. Oggi, affermano gli esperti della Mount Sinai School of Medicine, di New York, una donna colpita da carcinoma invasivo ha il 39% di probabilità in più di sopravvivere di q…

Prevenzione del tumore al seno e benefici dell'allattamento

I benefici dell’allattamento al seno ormai non sono più quantificabili. La ricerca non smette di trovarne di nuovi, quasi tutti incentrati sui risvolti positivi che ha per il neonato il latte materno. L’ultimo studio in ordine di arrivo riguarda però i vantaggi che derivano alla donna e afferma che le madri che scelgono di allattare al seno possono significativamente ridurre il rischio a lungo termine di ammalarsi di malattie cardiovascolari e di sviluppare quel mix di fattori di rischio noto come sindrome metabolica.
La ricerca, diretta da Erica P. Gunderson, ricercatrice del Kaiser Permanente Center di Oakland, in California, ha verificato come durante i primi mesi di allattamento, le neomamme erano meno esposte alla sindrome metabolica in una percentuale del 39%.Lo studio ha mostrato che più una madre continua ad allattare al seno, tanto più la sua salute a lungo termine ne trae beneficio.
L’allattamento al seno per più di nove mesi ha ridotto il rischio di sindrome metabolica di cir…

Tumore al seno, incontro per la prevenzione e diagnosi precoce a Parma

03/12/2009 -
Tumore al seno, incontro per la prevenzione e la diagnosi precoce
Si tiene domani, venerdì 4 dicembre, alle 18 presso l'Auditorium di Banca Monte Parma (via Bruno Longhi, 9) l'incontro con Gemma Martino, oncologa e direttore scientifico del Centro Metis riguardo "Prevenzione e diagnosi precoce del tumore del seno: filosofia e stili di vita".L'incontro è stato organizzato da A.N.D.O.S. Parma onlus (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno) in collaborazione con LILT (Lega Italiana Lotta Tumori) e Noi Consumatori Parma, con il patrocinio del Comune di Parma, Banca Monte, Provincia di Parma, Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Parma e Regione Emilia Romagna.Partecipano Luigi Giuseppe Villani per la Regione Emilia Romagna, il delegato del Comune di Parma per le politiche della Salute Fabrizio Pallini, e l'assessore provinciale alle Politiche sociali Marcella Saccani.
Cos'è A.N.D.O.S. Parma Onlus:La sezione autonoma…

La dieta mediterranea contro il tumore al seno

La dieta Mediterranea, pochi grassi animali, frutta, verdura, legumi, pesce e olio extra vergine di oliva riesce a modulare i livelli degli estrogeni dannosi per le donne e responsabili dell'insorgenza del tumore al seno.

Studi recenti hanno evidenziato come nei paesi occidentali il fumo e la cattiva alimentazione causano oltre il 65% dei tumori.
Esiste uno stretto legame fra dieta e cancro: quando le donne asiatiche, che in genere hanno una bassa incidenza di cancro al seno si spostano negli Stati Uniti, l'incidenza della patologia aumenta progressivamente nel corso delle generazioni successive fino a diventare del tutto simile a quella delle donne statunitensi.

L'occidentalizzazione, infatti, determina l'acquisizione di tutta una serie di abitudini di vita scorrette quali una vita sedentaria e un'alimentazione ricca di grassi che soppiantano la vita attiva e la dieta ricca in fitoestrogeni.
Lo studio Mediet condotto a partire dal 2002 sotto la guida del dottor Giusep…