Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta tumore del seno

Sharon Stone "Sono guarita dal cancro al seno"

Sharon Stone posa in copertina nuda a 57 anni, mostrandosi fiera della sua femminilità: "A un certo punto inizi a chiederti che cosa significhi essere sexy - ammette la diva di Basic Instinct - Significa essere consapevoli di se stessi, divertirsi e piacersi abbastanza da apprezzare la persona che sei". L'attrice americana fa ancora parlare della sua bellezza che non è stata immune da difficoltà. La star del cinema infatti, come molte donne, ha affrontato la malattia del cancro al seno, sconfiggendola anni fa. Sulle pagine dei tabloid più famosi la Stone ammise di aver vinto il cancro: "Il fatto è che c' è tanta gente, anche fra di voi, disposta a pagare un biglietto d' ingresso al cinema per vedere il mio seno. Mi sembra quindi un discorso interessante per tutti raccontare del grande spavento provato quando sono risultata positiva a un test per cancro ai linfonodi".  Sharon fu colpita dalla patologia all'età di 33 anni, per due volte gli esami clinici…

LA DIAGNOSI IN SENOLOGIA

LA DIAGNOSI IN SENOLOGIANelle strategie per il controllo del tumore alla mammella la fase diagnostica riveste da sempre un’importanza fondamentale: minori sono le sue dimensioni al momento della diagnosi maggiori sono per la donna le probabilità di guarigione definitiva. Probabilità che raggiungono valori vicini al 100% nel caso in cui il tumore del seno venga scoperto grazie al contributo delle indagini strumentali, quindi prima ancora di diventare clinicamente evidente, come è stato ampiamente indicato in molte e recenti segnalazioni della letteratura scientifica. Il complesso processo di sviluppo e crescita tumorale vede infatti una latenza di molti anni, durante il quale la malattia non manifesta sintomi che possono indurre il medico o la donna a sospettarne l’esistenza. In questo caso, però, segni minimi ed indiretti che possono essere rilevati dalle indagini strumentali e, in particolare, dalla mammografia. A titolo di esempio va ricordato che, quando ci si trova di fronte ad u…

L’Oréal Paris: Campagna Nastro Oro prevenzione tumore seno

L’Oréal Paris riconferma anche quest’anno l’impegno e la partecipazione all’ iniziativa, la “Campagna Nastro Oro. Il tumore al seno non si può prevenire. Si deve.” 
Per la prevenzione del tumore al seno. Dal 22 aprile al 9 maggio nei punti vendita Ipercoop e dal 13 maggio al 30 maggio nei punti vendita Supercoop, per ogni suo prodotto acquistato, L’Oréal Paris devolverà 50 centesimi alla Fondazione Umberto Veronesi, che finanzierà borse di studio per medici senologi. Non ci stancheremo mai di ripetere che quando si parla di tumore la prevenzione è fondamentale; ecco perchè iniziative come questa sono molto importanti e lodevoli. Il simbolo scelto per indicare il sostegno diL’Oréal Paris alla “Campagna Nastro Oro. Il tumore al seno non si può prevenire. Si deve.” è un piccolo nastro ripiegato color oro da indossare sui vestiti o legato intorno ad oggetti per comunicare l’impegno e la responsabilità della persona a questa importante campagna.
Per maggiori informazioni sulla prevenzione de…

I FIBROADENOMI DELLA MAMMELLA

I fibroadenomi sono tumori benigni si sviluppano di solito in donne giovani, spesso in adolescenti e possono essere scambiati per un cancro. Tuttavia, essi tendono a essere più mobili e circoscritti e, alla palpazione, possono sembrare una piccola biglia sfuggente. Solitamente i fibroadenomi  mammari possono essere asportati in anestesia locale, ma recidivano di frequente. Dopo aver fatto asportare diversi fibroadenomi risultati benigni, una paziente può decidere di non farne asportare altri in seguito. Le altre masse mammarie solide e benigne includono la steatonecrosi e l’adenosi sclerosante che possono essere diagnosticate solo con la biopsia.
ASPETTO CLINICO 

Viene, nei soggetti giovani, più frequentemente individuato dalla paziente stessa con caratteristiche comuni: duro di consistenza, liscio o polilobato nei margini, rotondeggiante, spesso dolente o dolorabile alla palpazione, ma in particolar modo mobile tra le dita tanto da venir definito dagli Anglosassoni “ Breast mouse “ ( i…

Tumori: morte per cancro al seno più bassa da 40 anni

TUMORI: MORTE PER CANCRO SENO PIU' BASSA DA 40 ANNI
(ANSA) - ROMA, 18 APR - In calo la mortalita' causata dal tumore al seno, che tocca il livello piu' basso da 40 anni e si attesta a 23,3 donne ogni 100mila (tenendo conto dell'invecchiamento della popolazione). Sono i dati che l'Airtum, l'associazione italiana registro tumori, presentera' la prossima settimana alla XIV riunione nazionale (in programma a Sabaudia dal 21 al 23 aprile). In Italia, prima di compiere 84 anni, una donna su 8 riceve una diagnosi di tumore al seno e una su 33 muore a causa di questa malattia (oltre 11mila decessi l'anno). Ma il dato grezzo non deve trarre ''in inganno'', come spiega Eugenio Paci, segretario nazionale dell'Airtum. Se e' vero che ''nel 1970 morivano 24 donne ogni 100.000 e oggi ne muoiono piu' di 37'' bisogna pero' considerare che ''oggi la popolazione italiana e' piu' vecchia, e il tumore al seno co…

Tumori: integratori aumentano il rischio di cancro al seno del 19%

ASCA) - Roma, 14 apr - Assumere integratori di vitamine e minerali quotidianamente potrebbe far aumentare il rischio di sviluppare il cancro al seno: e' quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia, e pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition. I ricercatori hanno seguito piu' di 35.000 donne di eta' compresa tra 49 e 83 anni per un periodo di dieci anni. Nel corso dello studio 974 donne si sono ammalate di cancro. Dall'incrocio dei dati rilevati su stile di vita, attivita' fisica, abitudine al fumo e alimentazione delle donne sotto osservazione e' emerso che le signore di mezza eta' che avevano assunto regolarmente gli integratori avevano fatto registrare il 19% in piu' di probabilita' di sviluppare il tumore al seno.


Per maggiori informazioni sul tumore del seno www.senologia.eu

Ricrescita del seno dopo cancro: sviluppata una nuova tecnica grazie alle cellule staminali

Salute, sviluppata tecnica per ricrescita seno dopo cancro
giovedì 12 novembre 2009 11:43


SYDNEY (Reuters) - Gli scienziati australiani hanno sviluppato una tecnica chirurgica che permetterà alle donne colpite da un tumore al seno e reduci da una mastectomia di vederselo ricrescere, con i primi test clinici che dovrebbero iniziare tra i tre e i sei mesi.

La procedura consiste nell'inserimento di una camera a forma di seno, contenente un campione di tessuto grasso femminile, sotto la pelle del petto. Un vaso sanguigno viene poi connesso al tessuto grasso, in modo da permettergli di crescere e di riempire la camera in un periodo compreso tra i sei e gli otto mesi.

Il Bernard O'Brien Institute of Microsurgery di Melbourne, pioniere nella sperimentazione della procedura, ha detto oggi di sperare di riuscire a sviluppare una camera biodegradabile in due anni, che vorrebbe dire che questa, una volta riempita, si dissolverebbe.

"Abbiamo testato questa tecnica su molti tipi di anima…

Tumori al seno: basse recidive se il tumore è meno di 1 cm.

Tumori seno:se -1 cm basse recidiveLo rivela studio condotto da esperti dell'Ieo di Milano


(ANSA) - ROMA, 2 NOV - Oggi e' piu' facile guarire ed evitare le recidive per il cancro al seno, quando viene scoperto di piccole dimensioni. Lo rivela uno studio, su 2.130 donne operate per tumore al seno, condotto dagli esperti dell'Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano che ha come coautore Umberto Veronesi. Il carcinoma di diametro inferiore al centimetro, non diffuso ai linfonodi, ha un basso rischio di ripresa. Il rischio aumenta se sulla membrana delle cellule c'e' il recettore.

02 Nov 23:04

www.senologia.eu

Dalla mastectomia alla chirurgia conservativa del seno, la scienza ha fatoo enormi passi avanti: a cura di Umberto Veronesi

Dalla mastectomia completa alla chirurgia conservativa del seno, la scienza ha fatto enormi passi avanti. Come racconta un grande oncologo
La primavera fa pensare alla vita e l'azalea della ricerca, che da 25 anni in questa stagione appare nelle piazze e nelle strade per iniziativa dell'Associazione italiana per la ricerca sul cancro, è un appuntamento con la vita.

Perché dico questo? Perché questi 25 anni simboleggiati dall'azalea della ricerca corrispondono a una vera rivoluzione nella cura dei tumori femminili e a progressi quasi impensabili, risultato di ricerche avanzate che si sono poste come obiettivo la salvaguardia della vita e della salute delle donne. Dalla diffusione della chirurgia conservativa del seno alla disponibilità di trattamenti mirati, fino alla diffusione dell'assistenza psicologica alle pazienti, tutto concorre a spiegare il rapido miglioramento delle prognosi.

Vorrei cominciare dal tumore del seno, il campo in cui mi sono principalmente battut…

Lilt, un concerto contro il tumore al seno

Salute

Una serata di sensibilizzazione in Cittadella

Lilt, un concerto contro il tumore al seno

di G.G.


Venerdì 30 ottobre, presso la Cittadella di Alessandria, alle 20, si terrà un concerto, eseguito dall’Orchestra Classica di Alessandria, promosso dalla Lega Italiana Tumori.
La LILT, tra le sue missioni, ha quella di prevenire e diagnosticare precocemente le neoplasie, attivando visite ambulatoriali, all’interno dell’Ospedale S.S. Antonio e Biagio, completamente gratuite per tutto l’anno.

I primi ambulatori di Senologia e di Ginecologia divengono operativi per la prima volta nel 1994, anche se già dal 1985 si effettuano visite di senologia gratuite. Ad oggi gli ambulatori sono 7: Senologia, Ginecologia, Dermatologia, Counselling riabilitativo, Psico-Oncologia, Dietologia e Oncologia, Maxillo Facciale.

Le prestazioni mediche sono Pap-test e Pap-net per prevenire i tumori al collo dell’utero, visite senologiche per quelli della mammella, mappatura nei con videotermatoscopio per quelli del…